le principali cause dell’acne

1
Abnorme proliferazione e differenziazione delle cellule dell’epidermide (i cheratinociti) localizzate a livello del follicolo pilifero.
Il risultato finale è la formazione di micromedoni, lesioni non visibili a occhio nudo.

2
Ghiandole sebacee più numerose e di maggiori dimensioni. Pressoché tutti i pazienti con acne presentano una pelle oleosa, lucida, “seborroica”.

3
Colonizzazione dei follicoli piliferi da parte di un particolare batterio, Cutibacterium acnes (nel recente passato chiamato Propionibacterium acnes). Non è stato ancora chiarito il ruolo di altri batteri, normalmente e fisiologicamente presenti come commensali sulla pelle (es. Staphylococcus epidermidis).

4
Infiammazione e risposta immunitaria. Cutibacterium acnes sintetizza e libera varie molecole, come enzimi e acidi grassi liberi, che presentano un’azione pro-infiammatoria.

A questi fattori sono da aggiungere:

Una predisposizione genetica/familiare

Le probabilità di sviluppare l’acne sono maggiori se uno o entrambi i genitori ne hanno sofferto in passato o ne soffrono.

Il ruolo degli ormoni

Gli ormoni sessuali maschili, gli androgeni, stimolano l’attività delle ghiandole sebacee e le inducono a sintetizzare un maggiore quantitativo di sebo.
Gli antiandrogeni contenuti nelle pillole contraccettive possono essere utili nell’acne del sesso femminile che, spesso, è caratterizzata da una importante seborrea.

Fattori psicologici

La depressione e l’ansia non causano l’acne, ma possono mantenerla e peggiorarla.

La dieta

È sospettato il ruolo del latte e dei latticini, nonché dei carboidrati, se assunti in quantitativi cospicui.
Nell’immaginario popolare si dà grande importanza al cioccolato e ai salumi, ma il loro ruolo eziopatogenetico non è mai stato dimostrato.

Il fumo

Il fumo è implicato soprattutto nell’acne del volto delle donne adulte.
Questa forma è caratterizzata da seborrea e da lesioni, come comedoni e papule, scarsamente infiammatorie.

I raggi ultravioletti

I raggi ultravioletti causano una proliferazione delle cellule dell’epidermide localizzate a livello del follicolo pilifero. Inoltre, possono peggiorare la cosiddetta pigmentazione post-infiammatoria che compare, soprattutto, negli individui con pelle scura, nelle sedi dove in precedenza c’erano lesioni acneiche infiammatorie. Infine, i raggi ultravioletti possono slatentizzare (attivare) il potenziale fototossico o fotoallergico di prodotti e farmaci antiacne, sia topici sia sistemici.

I cosmetici troppo densi e occlusivi

Tra i fattori che causano l'acne vi sono cosmetici troppo densi e occlusivi, come quelli che contengono lanolina, sodiolaurilsolfato, vaselina, cera d’api, olio di jojoba, ossido di zinco, acido oleico, olio d’oliva, olio di arachidi, glicole propilenico, olio di sesamo.

Alcuni farmaci

Alcuni farmaci, come i cortisonici e la vitamina B12 e i suoi derivati, possono causare l’acne. In questi casi, si parla più propriamente di eruzioni acneiformi.

© 2019 BMG Pharma S.p.A. - via F. Confalonieri, 29 - 20124 Milano - Italy - P.IVA/CF. 10385580963

Il sistema più completo per combattere
brufoli e punti neri

Normadvance singolo KIT
59€ 39€ - spedizione gratuita